GREEN ECONOMY, ECONOMIA CIRCOLARE, ecc. MA QUALI SOLUZIONI APPLICABILI ESISTONO GIA’ ?

0
544

I termini Green Economy, Economia Circolare, Economia Sostenibile, ecc. sono termini noti e continuamente ribaditi in tutte le decisioni di politica industriale e di sviluppo economico di tutti i Governi (almeno Europei).

Da tempo così come anche ora nelle decisioni sull’impiego di Fondi Europei per la ripresa economica degli Stati colpiti dalla pandemia virale.

Da alcune relazioni emesse da Commissioni Europee che valutano la fattibilità e gli ordini di grandezza di alcuni indicatori economici si ricavano risultati molto incoraggianti che spingono verso queste scelte strategiche di sviluppo.

Dalla razionalizzazione ad esempio della razionalizzazione dei Cicli Produttivi si propone il riutilizzo degli scarti che si stima per le aziende Europee un risparmio di materie prime di 400 milioni di Euro nei settori: Plastica/Legno/Metalli Ferrosi/Alluminio.

Dall’economia circolare dell’acqua , risultati ancora molto promettenti. L’acqua infatti è vista ancora con la logica “Use-Take-Discharge” ma da un altro punto di vista l’acqua in uscita da un ciclo con Discharge contiene molti elementi che recuperati costituiscono materie prime ancora per altri cicli. Si stima ed esistono da impianti già esistenti al livello “pilota” che con le acque di scarico di una città con 100.000 abitanti si possono recuperare ogni anno circa 100 – 120 ton di “BioPolimeri”. Le verticalizzazioni del riutilizzo dei BioPolimeri sono notevoli e molte altre vorremmo metterne in evidenza attraverso la Community

Perseguire queste politiche di razionalizzazione dei processi produttivi, vuol dire anche incrementare il proprio know-how e poter riportare la competitività su altri aspetti che non solo sulla politica dle minor prezzo da offrire ai clienti.

L’Ecologia Industriale nasce come disciplina scientifica con l’obiettivo principale di ridurre gli impatti antropici sulle risorse naturali prendendo a modello i fenomeni di riciclo caratteristici degli eco-sistemi naturali. Per orientare le strategie industriali verso un approccio eco-orientato bisogna intervenire sui processi produttivi minimizzando l’impiego di input di massa ed energia e riducendo i reflui di processo, anche attraverso un re-impiego in altri sistemi produttivi (simbiosi industriale). Un paradigma di indirizzo consiste nel considerare le imprese come sistemi interconnessi di un tessuto produttivo a scala maggiore. A differenza dell’approccio tradizionale alla gestione ambientale, incentrato sulle singole organizzazioni, l’ecologia industriale presuppone un “approccio sistemico” nell’analisi delle attività industriali: piuttosto che agire sulla produzione di rifiuti di una singola azienda potrebbe, infatti, essere più economico o “ecologicamente” conveniente agire per minimizzare i rifiuti del sistema produttivo indagato nel suo complesso. Per favorire questi potenziali link la presentazione di richieste di esigenze e/o di soluzioni la Community offre la possibilità di essere messo in diretta relazione tra i due fronti di interconnessione.

Noi della Community crediamo che sia la direzione giusta organizzare “focus” specifici su temi e visionare quelle che siano già soluzioni pronte e molte altre da studiare e mettere a punto. La Community rappresenta perciò una potenziale platea per diffondere rapidamente le soluzioni che possono essere applicate in molti campi ma forse non così diffusamente rese note a tutti i potenziali utenti con i canali classici e convenzionali ai vari professionisti, tecnologi di aziende, progettisti di sistemi di società di ingegneria ma anche funzionari di enti pubblici/privati che elaborano progetti, sino a coinvolgere anche gli specialisti della “fiscalità .ecologica”

Per sviluppare un “focus” specifico su questo tema delle tecnologie entro le filosofie “Green”, Ecosostenibile, Circolare ecc. EcoIndustryWeb pubblicherà gratuitamente tutte le soluzioni che perverranno alla redazione, così da aumentarne la visibilità, verranno creati degli approfondimenti specifici per diffondere e portare alla conoscenza degli interessati realizzando quel processo di fattibilità di idoneità o meno del voler impiegare /sviluppare una determinata tecnologia ai fini eco-industriale.